“La noia, la noia, la noia, la noia”: monotonia d’agosto e non solo

Osservazione annoiata di cieli lacustri

Agosto tempo di vacanze…ma non per me. Niente mare, perché devo finire un progetto che dovrebbe essere la conclusione di un lavoro iniziato qualche anno fa. I tempi stringono, le energie scarseggiano, non tanto per l’assenza di una data per partire, ma per il fatto che a parte questa cosa in divenire, tutto il resto è in stallo.

Nessuna novità, nessun segnale all’orizzonte. Insomma tutto di vecchio, tutto una noia mortale. Talmente noioso che non ci sono parole per descriverlo 😊

E mentre i miei amici preparano le valigie, io resto qui ma senza guardare le stelle cadenti di San Lorenzo, che tanto i miei di desideri…non si avverano mai. Che non è pessimismo ma un dato di fatto visto che la giungla è immobile, nonostante mille tentativi di ripartenza. Come ho detto alle mie amiche l’altro giorno, deve essere che il mio cassetto dei sogni è difettoso, anche quando provo a riaprilo è sempre bloccato!

Misteri della vita. Quasi quasi, come mi ha consigliato qualcuno, mi trovo un bravo falegname per vedere se si riesce a sistemarlo 😊

Nel frattempo si accettano consigli per contrastare la noia o per aprire il cassetto…

Colonna sonora: la noia di Vasco Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *