The jungle

foto Andrea Butti

Circa un anno fa, dopo quindici anni di vita insieme e otto di matrimonio, la persona che doveva essere il mio compagno di vita mi ha dato il ben servito. E’ successo tutto all’improvviso, da un giorno all’altro senza segnali di “allarme”. Ricordo perfettamente la mattina in cui, tornando da yoga e intenta a preparare il polpettone, il mio ex marito (nome in codice Mr Money visto che il suo unico grande amore è il denaro) mi ha comunicato che il nostro matrimonio era finito.

Da quel giorno la mia vita è cambiata completamente non solo per una questione affettiva, ma anche in termini economici. Dalle stelle alle stalle insomma. In questa nuova “giungla”, da qui il nome del blog, devo cercare di sopravvivere ma soprattutto di rinascere.

foto Andrea Butti

Ce la farò? Riuscirò a rimettermi in piedi? La strada mi sembra ancora lunga e tortuosa, ma ogni previsione al momento sarebbe inesatta. Del resto ho imparato che del domani non vi è certezza e che a 35 anni sei molto vecchia per alcune cose e troppo giovane per altre (come la pensione, sempre che esista ancora) quindi non mi resta che provare e riprovare…e perché no, magari un diario di viaggio in questo mondo simile a una foresta tropicale così pericolosa ma allo stesso tempo così affascinante, potrebbe essermi di aiuto.

Una risposta a “The jungle”

  1. Segui il tuo istinto e il tuo cuore, non ti tradirà. Non essere prevenuta, apriti al mondo. Nietzsche diceva: Bisogna avere un caos dentro di sè, per generare una stella danzante…
    Carpe Diem!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *